patologie della spalla nello sport

La Spalla d’atleta

In Articoli Scientifici, Patologie della Spalla by Spalla.it

Patologie della spalla nello sportivo

Generalmente vi sono tre lesioni alla spalla causate dalla partecipazione ad attività sportive.

Lacerazione SLAP

Questa è una lesione della parte superiore del'anello cartilagineo (labrum) che circonda circonferenzialmente la glena e prende il nome di cercine o labbro glenoideo. Una lesione SLAP tende a svilupparsi nel tempo da movimenti ripetitivi, dall'alto, come lanciare una palla da baseball, giocare a tennis o pallavolo, o nuotare.

Sintomi

  • La prestazione atletica diminuisce e si ha meno energia nella spalla.
  • Alcuni movimenti particolari causano dolore.
  • La capacità di movimento diminuisce e ci si accorge che non si riesce a lanciare o a sollevare un oggetto in alto come in precedenza.
  • Si può trovare difficoltà nel terminare i movimenti.

Se si ha una lesione SLAP è possibile anche notare una sensazione di ticchettio, schiacciamento, bloccaggio o schiocco nella spalla.

Instabilità della spalla

Negli atleti e in particolare in determinate tipologie di sport da contatto, è comune sperimentare l'instabilità della spalla. Questo infortunio è più ricorrente negli sport quali il calcio, il rugby, o quelli in cui si richiedono alla spalla movimenti ripetitivi e con grande escursione articolare, come il baseball o la pallavolo.
L'instabilità della spalla si verifica quando legamenti, muscoli e tendini non proteggono più l'articolazione. Di conseguenza, la parte superiore dell’omero (testa omerale) si disloca (l'osso esce completamente dalla “presa della spalla”), o si sublussa (l'osso esce parzialmente dalla presa).

La lussazione è caratterizzata da una grave comparsa improvvisa di dolore; la sublussazione (lussazione parziale) può essere accompagnata da brevi raffiche di dolore. Altri sintomi includono debolezza del braccio e mancanza di movimento. Gonfiore e lividi sul braccio sono cambiamenti visibili che possono comparire. Spesso la sintomatologia regredisce nel momento in cui la lussazione viene ridotta, ossia viene riportato l’omero nella sua sede naturale.

Lesione della cuffia dei rotatori

Nel caso in cui lo specialista ortopedico abbia il sospetto di una lesione della cuffia dei rotatori, può richiedere l’esecuzione di una RMN (risonanza magnetica), per accertare lo stato dei tendini della cuffia dei rotatori che si inseriscono sulle tuberosità omerali e che ne consentono il movimento.
Le lesioni della cuffia dei rotatori sono in genere caratterizzate da perdita di forza della spalla, articolarità dolente e a volte impossibilità al movimento completo della spalla stessa..
Il dolore notturno è comune; si potrebbe non essere in grado di dormire comodamente sul lato della spalla dolente. Il dolore può essere avvertito durante determinati movimenti, specialmente quelli sopra la testa e può verificarsi anche dolore al braccio.

Essere consapevoli di queste lesioni e conoscere i loro sintomi è importante per richiedere immediatamente un consulto medico; l'intervento precoce del trattamento potrebbe portare a un risultato migliore e al ritorno alle proprie attività sportive e/o lavorative che implicano l’utilizzo degli arti superiori.

Image